NAIS in cooperazione con la WISER ed il ILMETEO.it presenta la proposta progettuale denominata con l’acronimo AIRONE, in risposta al bando tematico n°03, riservato alle PMI dell’Agenzia Spaziale Italiana sul tema “TLC a Applicazioni Integrate”. Nello specifico la presente proposta progettuale risponde al tema: “Sistemi di trasferimento di informazioni meteo via satellite e di assistenza al pilota per ultraleggeri ed aviazione generale”.

La ricercata composizione del soggetto proponente (Prime e PMI aggregate), formata da: ILMETEO.it come “meteo service provider”, WISER con il ruolo di “technology provider”, NEXTANT come “system integrator” ed il CIRA a ricoprire il ruolo di “aeronautical competence centre”, pone le basi per una serie filiera industriale per la continuità di sviluppo del servizio ed una efficace sostenibilità economica oltre la fase di validazione, come discusso in dettaglio nel Piano Economico sviluppato in proposta.

Il gruppo di PMI crede fortemente all’iniziativa sia perché confortato dai dati di mercato risultanti dallo studio EPATS – European Personal Air Trnasportation Study (http://www.epats.eu/), ma anche per i risultato ottenuti nel “business plan” realizzato per il progetto S2AS promosso dall’Agenzia Spaziale Europea, in cui il proponente NAIS è il principale partner di Techno Sky (azienda del gruppo ENAV per le tecnologie aeronautiche), Prime del progetto.

Nel dettaglio, l’interesse di partecipazione al progetto di ciascun può essere così sintetizzato:

Alla NAIS consentirà di perseguire i seguenti obiettivi strategici:

  • Entrare nel mercato dei servizi aeronautici della Aviazione Generale e per gli ultraleggeri con la commercializzazione del servizio di meteorologia e dell’apparato di bordo , accordo con i Partner di progetto.
  • Realizzare una proposta commerciale italiana nel settore dei servizi informativi aeronautici in concorrenza con gli attuali attori internazionali quali Inmarsat, Iridium, Garmin, Honeywell, Wx Worx.
  • Rafforzare la presenza e le competenze per le tecnologie di Data-link nel mondo aeronautico sia nelle soluzioni di rete aeree di tipo AeroMax definite da Eurocontrol, che soluzioni satellitari, quest’ultime previste all’interno del progetto SESAR.
  • Incrementare il proprio know-how nell’ambito delle applicazioni che utilizzano prodotti di osservazione meteorologica e di navigazione.
  • Ampliare la propria offerta commerciale di prodotti/servizi informatici destinati al mercato aeronautico, attualmente coperta efficacemente solo per i servizi nelle aree terminali dei piccoli aeroporti, cosi come previsto dai lavori del progetto S2BAS.

Il partner WISER con la partecipazione al progetto avrà il compito di definire, sperimentare e sviluppare un sistema di telecomunicazioni satellitare adatto al servizio meteo. Le attività previste nel progetto saranno: definire i requisiti funzionali, tecnici e operativi del segmento satellitare di comunicazione; Identificare i componenti del sistema SAT-TLC in banda S; selezionare il sistema di antenna di bordo; disegnare ed implementare lo strato di astrazione software (middleware) del sistema di bordo; definire le modalità di accesso alla infrastruttura SAT-TLC; verificare le interfacce tra Centro Servizi Meteorologico e infrastrutture SAT-TLC; installare i componenti, antenna del sistema SAT-TLC in banda S e relativa integrazione e validazione statica (lab) e dinamica (field) dei canali DVB-S (sat-bordo) e S-MIM (bordo-sat).

La partecipazione del IL METEO.it consentirà all’azienda di poter interpolare i dati ricevuti dagli ultraleggeri con i dati di elaborazione delle previsioni ricevuti dalle stazioni meteo e poter riscontrare anomalie o meno dei dati previsionali; soprattutto con i dati rilevati in quota, importantissimi per poter implementare il modello matematico di previsione sulla genesi delle nubi sulle tre dimensioni.

In dettaglio le attività svolte dal partner saranno: la definizione dei requisiti del sottosistema meteorologico; lo sviluppo, la verifica e la validazione di un modello di previsione meteo a breve termine – nowcasting e per ultimo lo sviluppo ed elaborazione di contenuti meteo per il settore aeronautico dei PAV.

Il CIRA come consulente specialistico in campo aeronautico sarà un notevole contributo sui seguenti aspetti tecnici: definizione requisiti del sistema E2E, definizione sottosistemi Terra e Bordo. Inoltre contribuirà allo sviluppo dell’applicazione di supporto al pilota, alla integrazione e validazione del sistema compresa la dimostrazione.

A tale scopo il CIRA metterà a disposizione il FLARE (aereo sperimentale) ed il campo di volo dell’Aeroporto di Capua.

capua_airport

Flare_CIRA